Misuratori di glicemia elettronici: modelli migliori e fasce di prezzo

Per i pazienti diabetici il misuratore di glicemia è un aiuto indispensabile per tenere sotto controllo il livello di glucosio nel sangue. I risultati ottenuti attraverso i test aiutano a regolare la dieta, a ponderare la terapia insulinica e così prevenire iper e ipo glicemia e conseguenti complicanze, oltre a ridurre il rischio di crisi epilettiche, malattie renali, danni ai nervi e cecità.

Per chi è importante il misuratore di glicemia

L’automonitoraggio della glicemia è molto importante non solo per chi assume insulina o altri farmaci per il diabete, ma anche per le donne con diabete diagnosticato in gravidanza e per chi ha difficoltà a tenere sotto controllo questa patologia.
Il misuratore di glicemia compagno quotidiano
Il glucosio deriva dalla trasformazione di tutti gli zuccheri contenuti nei cibi. E’ un carburante per l’organismo perché porta il sostentamento alle cellule  alle quali arriva mediante l’insulina, ormone secreto dal pancreas. Se il pancreas non funziona correttamente, il glucosio nel sangue aumenta, e visto che non viene assorbito si concentra nell’urina e viene così espulso dall’organismo lasciandolo carente di zuccheri.

Come funziona il misuratore di glicemia

Il misuratore di glicemia è un apparecchio trasportabile ovunque e che permette l’automonitoraggio dei valori in modo veloce e molto pratico.  Con questo strumento si può rilevare in modo elettronico il valore di glucosio nel sangue. È costituito da un rilevatore digitale che permette di leggere il glucosio presente nel sangue tramite una reazione enzimatica. Nel kit sono presenti un pungidito, strisce reattive e aghi usa e getta. A ogni misurazione vanno sostituiti sia l’ago che la striscia reattiva.
Come avviene la misurazione con il misuratore di glicemia
Si fa una piccola puntura sul dito con l’apposito strumento per far uscire una goccia di sangue che si metterà a contatto con la striscia reattiva e si inserisce la riga nel lettore. La misurazione è immediata e un segnale acustico indicherà il termine dell’operazione. Dal display si verifica seduta stante il risultato.

Misuratore di glicemia di ultima generazione

Esistono dispositivi che consentono di rilevare un profilo completo glicemico senza necessitò di pungere per prelevare sangue. Sono apparecchi che prevedono di applicare un sensore da collegare a un lettore appositamente tarato, da posizionare sulla parte posteriore del braccio. Il dispositivo è resistente all’acqua, viene mantenuto a contatto con l’epidermide fino a quattordici giorni. La misurazione può essere effettuata anche indossando un capo sottile, come una camicia, e i dati del glucosio vengono poi elaborati da apposito software e visualizzati sotto forma di grafici di semplice e immediata lettura.

Quante volte effettuare la misurazione

In genere, l’automonitoraggio tramite strisce reattive è raccomandato per tre o quattro volte al giorno, ma dipende dalle indicazioni mediche che lo valuterà a seconda del tipo di diabete, se 1 o 2.

Costo del misuratore di glicemia

Non bisogna guardare solo il prezzo dei singoli dei misuratori. E’ importante considerare il costo complessivo del monitoraggio del glucosio, mettendo in conto anche le strisce reattive. I misuratori di glicemia devono essere calibrati su ogni lotto di strisce reattive. Alcuni richiedono di inserire un codice o scaricare un’app in modo da poter scansionare i codici con uno smartphone. Attenzione all’inserimento di queste informazioni, perché un errore può comportare risultati imprecisi. Altri modelli utilizzano un chip di codice rimovibile per calibrare il misuratore per ogni lotto di strisce.

Conservazione dei dati del misuratore di glicemia

Molti modelli di misuratori di glicemia memorizzano almeno 360 risultati del test, altri consentono di archiviare anche la media delle letture per sette, 14 o 30 giorni per dare un quadro generale della glicemia. Se il controllo è molto frequente è bene considerare un modello con più memoria.
Il misuratore di glicemia con audio

L’audio può essere utile per le persone con problemi di vista. I modelli parlanti consentono così di conoscere il risultato del test in modo semplice, senza dover leggere i dati sul display.

Quali sono i fattori che influenzano le letture del glucosio nel sangue

L’affidabilità dei risultati dipende da una serie di requisiti. Oltre alla qualità del misuratore e delle strisce reattive, va tenuto bene in conto il livello di preparazione del dispositivo. Attenzione a leggere le istruzioni del produttore e nella scelta è meglio privilegiare gli apparecchi che hanno un numero verde di supporto o un sito web da consultare per rispondere a tutte le domande sull’uso corretto del misuratore di glicemia. Altra indicazione che può essere utile è quella di portare il misuratore di glicemia dal medico o dall’operatore sanitario, così da fare in modo da essere accompagnati nel primo utilizzo. Questo aiuterà a capire se l’apparecchio è calibrato correttamente. E poi è bene assicurarsi che il medico o l’operatore osservi il test in modo che possano confermare l’utilizzo corretto delle tecniche di controllo.

ATTENZIONE AL LETTORE SPORCO. Può compromettere il risultato. Residui di cibo o creme possono influire sulla lettura della glicemia. Assicurarsi quindi di lavare e asciugare le mani prima di fare il test. Se si utilizza un tampone imbevuto di alcool per pulire lo strumento occorre lasciar asciugare completamente il lettore prima di eseguire il test.
Paola Mazzini

Curiosità, innanzitutto. Mi piace approfondire e scoprire spigolature e sfumature negli argomenti che tratto. L’informazione al servizio di chi vuol sapere penso sia il più gran valore di sempre

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Misuratore Glicemia